Otite: come riconoscerla e come curarla

otite sintomi

In estate non è inusuale soffrire di otite. Ma sai che cos’è e cosa causa questo disturbo dell’orecchio?

Che cos’è l’otite?

L’otite è un’infiammazione dell’orecchio esterno o medio che può essere causata dalla presenza di batteri, virus o funghi. Quest’infiammazione può avere come sintomo principale un forte dolore all’orecchio e come conseguenza anche un temporaneo calo dell’udito.

otite bambini

Otite: un disturbo che colpisce solo i bambini?

I bambini risultano essere i più colpiti da questo disturbo, ma l’otite può verificarsi con frequenza anche negli adulti.

Nei bambini l’otite media si verifica spesso in concomitanza di forti raffreddori o di infezioni alla faringe e alla laringe.

Quest’infiammazione si manifesta perché il canale che mette in collegamento le cavità nasali e l’orecchio, la cosiddetta Tuba di Eustachio, è più stretto e corto nei più piccoli rispetto agli adulti. Questo facilita il passaggio di virus e batteri nella tuba stessa e nell’orecchio medio.

Una volta raggiunto l’orecchio medio, virus e batteri possono favorire la produzione di pus che a sua volta riempie la cavità e preme sulla membrana timpanica, provocando forte dolore.

E negli adulti?

L’otite esterna, detta anche “otite del nuotatore”, è più diffusa tra i giovani e gli adulti. Quest’infiammazione è causata dal contatto con batteri e funghi che possono essere presenti in acqua contaminata o da piccole ferite sulle pareti esterne del canale uditivo. Ecco perché è più facile contrarla nel periodo estivo, ossia quando passiamo più tempo in acqua, in piscina o al mare.

otite del nuotatore

I sintomi dell’otite

I primi segnali per riconoscere un’otite sono:

  • forte dolore all’orecchio,
  • febbre e mal di gola,
  • gonfiore, prurito all’orecchio e arrossamento,
  • tosse e naso chiuso.

In ogni caso il parere del proprio medico è indispensabile per avere una diagnosi corretta e una cura efficace per combattere l’infezione.

otite orecchio

Come prevenirla

Per prevenire questo tipo di infiammazione, ci sono semplici abitudini quotidiane che possiamo compiere.

Per esempio è molto importante asciugare bene le orecchie dopo la doccia o dopo il bagno in mare o in piscina e proteggerle bene se frequentiamo ambienti umidi come la piscina nelle stagioni fredde. È indispensabile non avere contatti con persone che hanno l’otite in quanto si tratta di un’infezione contagiosa. Così come è di fondamentale importanza curare adeguatamente raffreddori, rinofaringiti o faringiti per eliminare definitivamente dall’organismo tracce di virus e batteri che potrebbero arrivare nelle orecchie.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.