Autofonia: che cos’è? Scopriamo le cause e i possibili rimedi

autofonia

Come senti la tua voce?

Quando pronunciate delle parole, vi siete accorti che c’è una differenza tra il modo in cui sentite la vostra voce e quello in cui la sentono gli altri?

Quando parliamo i suoni prodotti dalla bocca risalgono i lati del viso andando a colpire direttamente le orecchie, questo fa sì che oltre alla voce percepiamo anche le vibrazioni interne all’orecchio e alla testa, prodotte con l’articolazione dei suoni.

E se ad un certo punto ci sembrasse di percepire la voce in modo strano rispetto a prima, come troppo forte o accompagnata da un rimbombo? Potrebbe trattarsi di quella condizione che viene definita autofonia.

autofonia

Che cos’è l’autofonia?

Si parla di autofonia quando una persona percepisce nelle orecchie la propria voce in modo diverso rispetto a prima, ossia in modo più forte o con un rimbombo. Ma l’autofonia non riguarda solo la percezione della propria voce, bensì si verifica anche per tutti gli altri rumori che provengono dal proprio corpo, come per esempio quelli respiratori oppure arteriosi. Di conseguenza può diventare una condizione parecchio fastidiosa per chi ne soffre.

Ma da cosa è causata l’autofonia e come può essere risolta?

autofonia

Quali sono le cause dell’autofonia?

Tra le principali cause dell’autofonia ci sono alcune malattie dell’orecchio medio, come la condizione definita tuba beante (alterazione cronica del fisiologico meccanismo di apertura e chiusura), oppure può verificarsi in concomitanza con la presenza di un’occlusione del timpano o di un’otite media sierosa, o ancora può essere causata dalla Tromba di Eustachio aperta o patulosa o dalla Sindrome di Minor.

Quindi sono molti i fattori in gioco e solamente il parere di un’otorinolaringoiatra potrà aiutare a capire da cosa è realmente causata l’autofonia.

autofonia

L’autofonia è correlata alla perdita dell’udito?

L’autofonia non è necessariamente collegata ad una perdita dell’udito ma può diventarlo se si sottovaluta il problema e se non si indagano con uno specialista le cause che hanno portato allo sviluppo di questa condizione.

Infatti, a seconda della gravità con cui l’autofonia si manifesta, può essere trattata in diversi modi. Ma in generale ci sono delle semplici azioni pratiche da eseguire durante la giornata che possono aiutare a prevenire o a trattare condizioni con sintomatologie lievi, come per esempio:

  • evitare di utilizzare decongestionanti nasali;
  • assumere molta acqua;
  • l’assunzione di farmaci a base di acido cloridrico o clorobutanolo.

Tuttavia è importante sottolineare che il tempismo gioca un ruolo fondamentale nell’individuazione e nella risoluzione di questa malattia, che può essere superata se adeguatamente diagnosticata e trattata.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.